Street food a Milano, idee e consigli per il Fuori Salone

883-shutterstock-96618046_326x205_c

Parte la settimana del mobile e fino al 14 aprile Milano sarà la capitale italiana del design. Ma anche dello street food.

Ulaola – Quando la città è in fermento, come nel caso di Milano durante la settimana del Salone del Mobile, si viene travolti da mille attività. Se avete casa a Milano, vi troverete sommersi dalle richieste di ospitalità da parte di amici inattesi e rifiutarvi, sarebbe scortesia. Quindi, come risolvere la questione, superato lo scoglio dell’apertura del divano letto? Il problema più grande riguarda quello dei pasti: gestire preferenze, orari ed eventi potrebbe risultare più complicato del previsto. Ecco quindi che affidarvi allo street food potrebbe essere la risposta al vostro problema.

Sicuramente Milano non sarà New York in tema di cibo: l’attenzione alla linea e il regime salutista imperano sempre e comunque, ma in fondo trovare dei posticini dediti all’accumulo seriale di calorie è sempre dietro l’angolo. E non parlo dei fast food di fama mondiale, bensì delle leccornie nazionali che ci differenziano dal resto del mondo. Vi trovate nel cuore di Milano, zona Duomo, in giro per lampade alternative e la fame vi corrode l’intestino? Fermatevi dal pugliese più noto di Milano, Luini, che con i suoi panzerotti fritti pomodoro e mozzarella gestisce le file più lunghe della città con una rapidità che ha del magico: in poco meno di un quarto d’ora, vi ritroverete con una bontà calda e filante tra le mani, a un costo irrisorio, e potrete continuare indisturbati le vostre ricerche senza perdere tempo prezioso.

Al pugliese preferite il siciliano? L’Antica Focacceria San Francesco, succursale del locale di Palermo vi sfamerà con arancine e pane e panelle per farvi proseguire indisturbati i vostri frenetici giri. Non dimenticate di ordinare un cannolo pret-a-manger, però! Potreste pentirvene! Oppure, chiedete di Princi, uno dei forni più conosciuti e più amati per la varietà di pani, pizze al trancio e cibi porzionati da mangiare al volo: ne trovate diversi tra via Torino,Corso Como e Brera, a voi la scelta!

Siete già in zona Tortona, cuore pulsante di Salone e Fuorisalone e non vi vorreste allontanare? Appoggiatevi allora al volo a God save the food: potreste rimanere sorpresi dal numero di centrifugati a vostra disposizione, dal servizio fulmineo e dalla pulizia della cucina a vista. Il tutto per avere un pasto salutare, light e rapido, cosa che in questi giorni non sarà da da poco!

Se poi voleste unire l’utile al dilettevole, pranzando in un ambiente di design e acquistandogli articoli che vi stanno intorno, sedie e tavoli compresi, allora Verger in zona Moscova farà al caso vostro, con le sue installazioni dedicate ai giovani designer emergenti di cui si fa portavoce.

Via EXPO 2015

Questo articolo è stato pubblicato in EVENTS, FOOD DESIGN, RETAIL e contrassegnato come , , , , da ravibellardi . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su ravibellardi

English EcoDesign Master student in PoliTo - Politecnico di Torino - Turin, Italy. In a double-degree agreement between PoliTo and the University of Minas Gerais, Brazil. In Brazil, took part in projects like "Design e integração competitiva do território - Estrada Real". This project is a government initiative in order to use the Design approach in order to bring value regarding specific aspects of the State of Minas Gerais in Brazil. The territory context is the Estrada Real. Also worked in the University of Minas Gerais' Research Center of Theory, Culture and Design in projects related to the use of Design in cultural aspects of the State of Minas Gerais aiming to enhance products related to the Food Sector. Portugês Graduando no curso Master em EcoDesign pelo Politécnico de Turim, Itália (Polito). Bolsista dentro do acordo de dupla titulação entre a Universidade do Estado de Minas Gerais e o Politecnico di Torino com apoio da FAPEMIG. Atuou como bolsista do Projeto "Design e integração competitiva do território - Estrada Real", projeto do Centro Minas Design em parceria com o Polito. Ravi Bellardi também é atuante no desenvolvimento do projeto Estudo de Aspectos Culturais de Minas Gerais Visando à Valorização de Produtos Relacionados ao Setor Alimentício Através do Design com financiamento da FAPEMIG e apoio da UEMG. Ravi Bellardi desenvolve trabalhos tanto de caráter acadêmico, quanto de caráter de extensão com a orientação da Profa. Dra. Lia Krucken juntamente ao Centro de Teoria, Pesquisa & Cultura em Design da Escola de Design da Universidade do Estado de Minas Gerais.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...