Il giro d’Italia con la forchetta

“Nicola De Thomasis, un abruzzese robusto, barbuto e con gli occhiali, era seduto a capotavola con un paio di pinze da cucina – e la mia vita – in mano”, racconta Matt Gross sul New York Times.

“Mi aveva già messo nel piatto una porzione quasi letale di spaghetti alla chitarra e stava cercando di servirmi un altro piatto di tagliatelle. Era la fine. Ma se dovevo morire, questo era sicuramente il modo migliore di farlo”. Di ritorno da Abbateggio, in Abruzzo, Gross spiega ai lettori statunitensi come funzionano le offerte di Home food, un’organizzazione che permette ai turisti stranieri di pranzare direttamente a casa degli italiani.

Dal Piemonte alla Sicilia, da Firenze a Milano, l’obiettivo del programma Home food è proteggere e valorizzare la cucina italiana tipica. Per partecipare all’iniziativa, gli appassionati della forchetta non devono fare altro che versare una quota associativa (3,50 euro per gli stranieri) e spulciare nella lista dei “ristoranti” per scegliere il menù che preferiscono.

via | internazionale.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...