India: per sfamare i più poveri legge sul riso

di Sara pastore

A Bangkok prima la siccità ha colpito più del 50 % delle campagne, poi c’è stato l’aumento dei prezzi di beni di prima necessità del 16,3 per cento dal marzo del 2009. Forte preoccupazione nelle stanze del Congresso di Delhi, nel quale si erano promesse delle misure  a favore dei ceti meno abbienti in tutti i comizi elettorali che come al solito, non erano state mantenute.

Il ministro dell’Agricoltura Sharad Pawar ha confermato ieri le anticipazioni della stampa indiana sul disegno di legge teso ad offrire 25 chili di riso o di grano al prezzo di 3 rupie (0,04 euro) per gli indiani al di sotto del livello di povertà.

Sarà l’esecutivo di Manmohan Singh e Sonia Gandhi a decidere la settimana prossima se spedirlo in Parlamento o applicare delle modifiche. Un ulteriore sconto dovrebbe andare alla fascia di popolazione definita dalla burocrazia AAY (i poveri tra i poveri), per la quale il prezzo potrebbe scendere fino a due rupie.

Una delle promesse principali dell’agenda elettorale del partito del Congresso, provvedimento molto atteso dopo i ritardi legati alla siccità e all’aumento dei prezzi;  le prime reazioni, anche da parte dei critici del Congresso, sono state positive. Finora infatti in molte parti dell’India il prezzo era ben più alto di quello stabilito da Delhi, e ogni Stato adottava una politica diversa secondo l’influenza delle varie caste al momento del voto.

Il provvedimento riconosce che la sicurezza alimentare è una vera emergenza nazionale. Dalle statistiche, risulta che il 37 % della popolazione ha una massa muscolare al di sotto dello standard. Secondo gli ultimi rapporti delle Nazioni Unite 2,1 milioni di bambini sotto i 5 anni muoiono per malattie legate alla carenza di proteine e vitamine della crescitaquattro al minuto.

Cifre che il governo ha analizzato attentamente prima di dare l’input alla Commissione nazionale per la sicurezza alimentare ad occuparsi delle tre produzioni chiave per la sussistenza: il grano, il riso e i legumi.

via newnotizie.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...