Il te’ verde, un “super-food”

di Olga Iacuaniello

Continua il viaggio di Notiziario Italiano nel mondo affascinante dei super-cibi che se assunti regolarmente, sono capaci di prevenire e addirittura curare in qualche caso, malattie anche gravi e ritardare l’invecchiamento grazie a preziose molecole “scavangers”; molecole spazzine, con miracolose proprieta’ antiossidanti. Il dottor Rosario Porzio (in foto) noto farmacista e naturopata, ci ha oggi fornito utili dettagli e interessanti consigli sul Te’ verde.

Cos’e’ il Te’ verde?

Il Te’ verde che beviamo o ingeriamo sotto forma di estratto secco standardizzato in capsule e’ composto dalle foglie della Camelia (o Tea) Sinensis. Sono foglie che, a differenza del te’ scuro o nero, non subiscono alcuna ossidazione e sono quindi ricchissime di principi ad attivita’ antiossidante. L’origine del Te’ verde e’ cinese.

Perche’ si parla cosi’ bene delle molecole attive del Te’ Verde?

Perche’ i suoi principi attivi sono davvero interessanti. Bioflavonoidi attivi, flavandioli, vitamine (C e B soprattutto), caffeina, teofillina e teobromina, metilxantine, tanti minerali utili. Ma il piu’ studiato nel caso della Camelia Sinensis e’ l’EGCG, L’EPIGALLOCATECHINA-3-GALLATO, un polifenolo dalle tante attivita’ ed una delle tante catechine del te’ verde.

Le proprieta’ piu’ interessanti dell’EGCG, dottore?

Un’intrinseca attivita’ antiinfiammatoria che si traduce in ottimi risultati nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e nella chemioprevenzione naturale contro la mutazione maligna cellulare, cioe’ contro il cancro. Sono tanti gli studi fatti “in vitro”, cioe’ fuori dal corpo umano ma anche tantissime le evidenze “in vivo”, nell’interno del corpo delle cavie e dell’uomo stesso. Gli studi continuano serrati. Si e’ visto pero’ che l’assunzione costante (almeno due tazze al giorno o due capsule al giorno) di te’ verde offre una grande protezione contro molte forme di cancro da quello del polmone a quello della vescica e del colon-retto grazie ad una potente inibizione della proliferazione cellulare e successiva apoptosi (autodistruzione della cellula cancerogena). Il Te’ verde inoltre protegge l’apparato cardiovascolare grazie alla sua attivita’ ipotensiva, alla sua attivita’ antitrombotica e all’abbassamento del colesterolo LDL (cattivo) ed innalzamento di quello HDL (buono).

Quindi come il cioccolato fondente, un “super-food”?

Si, ma tre volte meno potente del cacao amaro. Il cioccolato pero’ va sempre associato al Te’ verde e al Vino rosso (per chi non tollera l’alcool, consiglio capsule di resveratrolo da Vino rosso). E ‘ la sinergia che rende i “super-food” davvero funzionali.

Come si beve il Te’ verde?
Si fa un infuso in acqua a 70/80° per massimo cinque minuti. Oltre si perdono le caratteristiche organolettiche del Te’ (colore, odore e sapore) e i principi attivi possono diventare inutili o tossici.

E le capsule di Te’ verde?
Sono in qualsiasi farmacia o erboristeria ma devono riportare la scritta: estratto secco standardizzato in EGCG.
E l’azione dimagrante e diuretica del Te’ verde?
C’e’, ma e’ molto meno interessante della sua attivita’ antiossidante. Ma comunque in un regime ipocalorico(1000/1200 calorie) il Te’ verde offre discrete proprieta’ dimagranti. Provare per credere.

via notiziario italiano.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...