La FDA ha pubblicato la lista dei 10 alimenti più rischiosi

Non sono quelli che ti aspetteresti

Secondo un relazione pubblicata martedì, i primi dieci cibi più a rischio legati a malattie di origine alimentare e regolamentati dalla US Food and Drug Administration (http://www.fda.gov/) non sono quelli che ti aspetteresti.

Sembra che alcuni degli alimenti più sani possano avere livelli più pericolosi di rischio, come le verdure a foglia, i cavoli e le bacche. I seguenti 10 prodotti alimentari hanno rappresentato quasi il 40 per cento delle malattie di origine alimentare e focolai dal 1990 ad oggi.

  1. Vegetali a foglia verde: 363 focolai che coinvolgono 13.568 casi di malattia.
  2. Uova: 352 focolai, con 11.163 casi di malattia.
  3. Tonno: 268 focolai, con 2.341 casi di malattia.
  4. Ostriche: 132 focolai, con 3.409 casi di malattia.
  5. Patate: 108 focolai, con 3.659 casi di malattia.
  6. Formaggi: 83 focolai con 2.761 casi di malattia.
  7. Gelato: 74 focolai con 2.594 casi di malattia.
  8. Pomodori: 31 focolai con 3.292 casi di malattia.
  9. Germogli: 31 focolai con 2.022 casi di malattia.
  10. Bacche e piccoli frutti: 25 focolai con 3.397 casi di malattia.

Dobbiamo registrare però numerose contestazioni a questa lista, da parte di associazioni di consumatori, dei consumatori stessi e di esperti di sicurezza alimentare indipendenti. Soprattutto perchè dalla lista manca completamente la carne, sappiamo quante epidemie ha causato negli States, anche con casi di decesso. La FDA dal canto suo, ha precisato che il settore delle carni è controllato dalla USDA, cioè dal dipartimento dell’agricoltura, quindi non rientra nelle proprie competenze. Prendete quindi questo elenco come una classifica parziale ed incompleta.

Via | Newsfood

Questo articolo è stato pubblicato in ABOUT NUTRITION, FOOD AND GASTRONOMY, FOOD SAFETY e contrassegnato come , , , , , da FOODA . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su FOODA

FOODA – Associazione per il Food Design – è un’organizzazione di progettisti, studiosi, comunicatori, aziende e istituzioni con fuoco sullo studio, la progettazione e l’innovazione degli Atti Alimentari. FOODA promuove la cultura progettuale degli Atti Alimentari assolvendola a elemento culturale, economico e ambientale di fondamentale importanza per la società contemporanea e futura, dando impulso all’innovazione di processo e di prodotto e potenziando le competenze degli operatori del settore. Obiettivo di FOODA è definire la disciplina del Food Design, il ruolo e le competenze del Food Designer; incrementare la consapevolezza, lo studio, la ricerca e l’interdisciplinarietà all’interno del paradigma degli Atti Alimentari promuovendo una corretta gestione e una progettazione sostenibile dei processi, dei prodotti e degli immaginari legati al cibo. FOODA intende perseguire i suoi obiettivi per mezzo di iniziative culturali, progetti di studio e ricerca autonomi e in cooperazione con enti e aziende, fornendo formazione e informazione professionale ai suoi soci, consulenza specializzata agli operatori del settore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...