Walk and run for food

La corsa, che rientra nelle iniziative per la Giornata mondiale dell’Alimentazione, servirà a raccogliere fondi per finanziare un progetto della Fao in Etiopia. Il pecorso, al Parco Sempione, prevede 5 chilometri per la camminata e 10 per la corsa
Milano, 20 ottobre 2009 – L’anno prossimo sarà forse Carl Lewis, neo ambasciatore della Fao, ad aprire la corsa all’Arena Civica. Per quest’anno i campioni in pista saranno tutti i milanesi che si troveranno sabato prossimo, 24 ottobre, alle 16, davanti al Pulvinare dell’Arena per partecipare alla Walk and Run for Food.

Lo scopo della corsa, che rientra nelle iniziative per la Giornata mondiale dell’Alimentazione, è di raccogliere fondi per finanziare un progetto della Fao in Etiopia. Diecimila euro in tutto che serviranno ad aiutare 230 persone di un’area poverissima del sud Tigray, realizzando per loro dei piccoli panifici dai quali trarre sostentamento e reddito.

Al momento gli iscritti sono già 500, ma ce ne vorranno altrettanti per raggiungere l’obiettivo. Le iscrizioni alla gara, che si snoderà all’interno del Parco Sempione lungo un pecorso di 5 chilometri  (la camminata) e per 10 (due giri di corsa), saranno aperte fino a sabato. Possono essere effettuate online sul sito della manifestazione o presso la segreteria organizzativa in via Paleocapa 7. Per informazioni è disponibile il numero verde 800.820012.

Oggi a Palazzo Marino gli organizzatori della corsa con l’assessore allo Sport Alan Rizzi e la responsabile del progetto TeleFood della Fao, Clara Velez- Fraga, hanno presentato l’iniziativa, che si svolge con il patrocinio del Comune, della Provincia e della Regione Lombardia.

“Anche in questa occasione – ha detto Rizzi – lo sport diventa strumento di solidarietà. Con la corsa di sabato prossimo si punterà ad un progetto mirato che potrà dare aiuto a nuclei familiari afflitti dalla povertà”. “Il tema dell’alimentazione per tutti – ha aggiunto l’assessore – è molto caro a Milano, poiché è il tema su cui si svilupperà l’Esposizione universale del 2015. Molti Paesi vi parteciperanno attivando progetti e collaborazioni con numerose aree del mondo colpite dalla piaga della fame”. “La Fao – ha concluso Rizzi – sta realizzando progetti come quello di Milano in numerosi altri Stati del mondo: tutti insieme possiamo raggiungere l’obiettivo comune di portare aiuto a chi ne ha veramente bisogno. Ringrazio quindi la Fao e gli organizzatori di questa corsa al Parco Sempione, che sono certo saprà attrarre l’attenzione e la generosità di moltissimi milanesi”.

“La corsa di sabato prossimo – ha spiegato il funzionario della Fao Clara Velez-Fraga – sarà l’occasione per testimoniare, come succederà anche a Roma e a Padova, l’impegno di tutti nella lotto contro la fame, che affligge tuttora un miliardo di persone. Nel mondo ci sono le risorse e le capacità tecniche per porre fine a questa tragedia, ora serve solo una decisione politica per dare una risposta concreta a tantissime persone. Mi auguro che questo sia il primo appuntamento di tanti che verranno”.

Via – comune di milano

Questo articolo è stato pubblicato in ABOUT ENVIRONMENT, ABOUT NUTRITION, FOOD AND GASTRONOMY e contrassegnato come , , , , da FOODA . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su FOODA

FOODA – Associazione per il Food Design – è un’organizzazione di progettisti, studiosi, comunicatori, aziende e istituzioni con fuoco sullo studio, la progettazione e l’innovazione degli Atti Alimentari. FOODA promuove la cultura progettuale degli Atti Alimentari assolvendola a elemento culturale, economico e ambientale di fondamentale importanza per la società contemporanea e futura, dando impulso all’innovazione di processo e di prodotto e potenziando le competenze degli operatori del settore. Obiettivo di FOODA è definire la disciplina del Food Design, il ruolo e le competenze del Food Designer; incrementare la consapevolezza, lo studio, la ricerca e l’interdisciplinarietà all’interno del paradigma degli Atti Alimentari promuovendo una corretta gestione e una progettazione sostenibile dei processi, dei prodotti e degli immaginari legati al cibo. FOODA intende perseguire i suoi obiettivi per mezzo di iniziative culturali, progetti di studio e ricerca autonomi e in cooperazione con enti e aziende, fornendo formazione e informazione professionale ai suoi soci, consulenza specializzata agli operatori del settore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...