Premessa al Food

Nel definire il “Food” non si può non tener conto dell’uomo, a sua volta indissolubilmente legato all’ambiente circostante nella formulazione delle sue necessità e aspirazioni. In caso contrario si farebbe riferimento semplicemente alla materia commestibile indispensabile al sostentamento e funzionamento del corpo animale, di per sé non necessitante di ulteriori elaborazioni strutturali o percettive.

È dunque evidente, dal punto di vista progettuale e scientifico, che il “Food” sia qui da intendere come un sistema complesso e strutturato come un linguaggio costituito da tre elementi fondamentali: il commestibile, l’uomo (individuo o società), l’ambiente (sociale, naturale, tecnologico, economico), attraverso cui gli elementi del sistema comunicano tra loro allo scopo di fondare l’identità di colui che mangia e metterlo in relazione con il mondo. La lingua italiana ci viene in aiuto permettendo di tradurre “Food” in “Atti Alimentari” con cui si comprendono anche i luoghi e i sistemi di produzione, i supporti merceologici, l’analisi sensoriale, i modelli e i congegni per l’elaborazione dei prodotti, ma soprattutto si fa riferimento ai contenuti simbolici e, di riflesso, storici e cerimoniali del problema della nutrizione; il tutto inteso come un rapporto critico tra segni, relazioni e loro pragmatica.

About these ads
Questo articolo è stato pubblicato in FOOD DESIGN, FOODA e contrassegnato come , , da FOODA . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su FOODA

FOODA – Associazione per il Food Design – è un’organizzazione di progettisti, studiosi, comunicatori, aziende e istituzioni con fuoco sullo studio, la progettazione e l’innovazione degli Atti Alimentari. FOODA promuove la cultura progettuale degli Atti Alimentari assolvendola a elemento culturale, economico e ambientale di fondamentale importanza per la società contemporanea e futura, dando impulso all’innovazione di processo e di prodotto e potenziando le competenze degli operatori del settore. Obiettivo di FOODA è definire la disciplina del Food Design, il ruolo e le competenze del Food Designer; incrementare la consapevolezza, lo studio, la ricerca e l’interdisciplinarietà all’interno del paradigma degli Atti Alimentari promuovendo una corretta gestione e una progettazione sostenibile dei processi, dei prodotti e degli immaginari legati al cibo. FOODA intende perseguire i suoi obiettivi per mezzo di iniziative culturali, progetti di studio e ricerca autonomi e in cooperazione con enti e aziende, fornendo formazione e informazione professionale ai suoi soci, consulenza specializzata agli operatori del settore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...